It's my life, It's now or never, I ain't gonna live forever, I just want to live while I'm alive.

E' la mia vita ed è ora o mai più, perchè non vivrò per sempre voglio vivere finchè sono vivo. BON JOVI

domenica 6 maggio 2012

Nicole-La radio

A volte mi sembra di muovere la bocca, ma che non esca niente.
Mi rendo sempre più conto che quando inizio a parlare le persone pensano ai fatti loro, si girano e parlano con qualcun'altro o cambiano argomento. Sarà per il fatto che non dico nulla di interessante?
Non mi sono mai ritenuta una persona estremamente interessante, ma sono più che sicura che riesco ad intrattenere qualche conversazione decente.
Forse è per il fatto che io parlo ininterrottamente sempre, così la gente ha deciso che è meglio smettere di ascoltare Nicole-La Radio. ci sto male perchè è come se mi togliessero la voce, come se fossi diventata invisibile.
Odio essere invisibile.
Parlo tanto perchè sono terrorizzata dal silenzio. Se sono con un'altra persona devo assolutamente dire qualcosa se si forma il silenzio, così parlo a vanvera, ininterrottamente, senza riuscire a fermarmi.
Mi fa male quando le persone mi chiamano "logorroica". Sembra che io abbia una malattia, una malattia grave come la lebbra. Nicole sei una lebbrosa della parola. E che ci posso fare? Mi sveglio ogni mattina con il presupposto di stare zitta il più possibile e di dire solo cose con senso, ma appena entro in contatto con una persona devo parlare. Bla Bla Bla Bla...come un ronzio. Effettivamente la maggior parte delle cose che dico sono delle cavolate assurde, cose senza senso, analogie che non stanno ne in cielo, ne in terra.
Solo che ho paura, paura di quell'imbarazzante silenzio che avviene quando non si ha nulla da dire, così lo riempio io. Forse perchè spero che nella valanga di cose che dico ne salti fuori una che sia un po' interessante. Non lo so.
Non  vorrei essere nemmeno così estroversa. Non mi piace, odio essere così esagerata. Odio il fatto che urlo, rido forte, salto, cerco di attirare l'attenzione in tutti i modi. Non mi piace l'attenzione, o almeno non mi piace attirarla in quel modo. Sembro una pazza, una bambina isterica, una psicopatica appena uscita dal matrimonio.
E' solo che...non lo so, non so cosa mi succeda. Quando entro a contatto con tante persone divento un'altra. Con la mia famiglia non così ad esempio, cioè si sono sempre una chiacchierona, ma non faccio la pazza come faccio con gli altri...perchè faccio così? E' come se un altra si impossessasse di me, poi torno a casa, mi sveglio e mi chiedo: "perchè cavolo l'ho fatto?"
Penso di mangiarmi il rispetto delle persone. Come fai a prendere seriamente una che si comporta così? Nemmeno io mi prenderei sul serio!
Vorrei essere come Bella Swann...lei è calma, tranquilla, non sente il bisogno di parlare ogni tre secondi e di sicuro cerca di attirare l'attenzione il meno possibile. In pratica l'esatto opposto di me.
E' difficile non arrendersi...ma finchè ci riuscirò, mi
sveglierò alla mattina con l'intento di parlare il meno possibile e di attirare il meno possibile l'attenzione.