It's my life, It's now or never, I ain't gonna live forever, I just want to live while I'm alive.

E' la mia vita ed è ora o mai più, perchè non vivrò per sempre voglio vivere finchè sono vivo. BON JOVI

sabato 31 dicembre 2011

E un altro anno se ne va..

Non so come definire il 2011...è stato un cambiamento lento, continuo e imprevedibile. Non sono la stessa persona del 2010, ma allo stesso tempo non sono ancora chi voglio essere.
Nel 2011 sono diventata ancora più cattiva di quanto già non fossi. Il motivo è che sentivo di non potermi più fidare di nessuno dopo certi episodi e ho inspessito la mia corazza di insensibilità fino a diventare un specie di mostro. Non riuscivo a trattare bene nemmeno chi mi voleva bene...Ma ho capito che facendo così apparentemente non starò male, ma non starò nemmeno mai bene, non sarò mai felice. L'unico modo di essere felice è affrontare tutto il dolore che ho chiuso in un cassetto nel punto più remoto del mio cervello, affrontarlo e superarlo.
Come il fatto che non posso controllare le persone e che nessuno è perfetto, quindi non devo stare male per certe persone.
Come la cotta che ho da una vita e che è finalmente finita, ma che comunque non posso cancellare dai miei ricordi.
Come il fatto che sto trattando male la mia famiglia, usandola come valvola di sfogo e non se lo merita affatto.
Come il fatto che ho talmente paura di fidarmi delle persone per via di tutte quelle che hanno tradito la mia fiducia in passato, che tratto male tutti a prescindere. La mia acidità è impressionante.
Sono arrivata al punto di considerarmi io stessa cattiva, ma so di non esserlo, è solo la maschera che per tanto tempo non sono riuscita a togliermi.
Ma nel 2012 voglio cambiare. Voglio togliermi lo strato di insensibilità che mi sono creata e per quanto farà male, e farà taaaanto male, voglio affrontare tutto e solo così potrò finalmente essere serena.
Oddio, sembra una confessione da film...ma non è un film, è la mia vita che va a rotoli.
Non mi sono mai data l'occasione di essere felice, adesso si.
Buon 2012 a tutti.

domenica 25 dicembre 2011

It's the most beautiful time of the year



It's Christmass time, guys!:)



Mi piace il periodo natalizio...le luci, le canzoni, i regali...quest'anno però non è iniziato bene, io e mio papà non ci siamo parlati per due settimane, ma ora abbiamo ricominciato.



Anche il pranzone è andato bene, stranamente...di solito vengo presa in giro, per un motivo o per l'altro, quest'anno non tanto.



Fra 6 giorni è l'ultimo dell'anno e fra 7 ci sarà l'anno nuovo.



Ho talmente tante aspettative per il 2012 che sono qui che tremo all'idea che arrivi, ma so che non ci saranno cambiamententi così a caso. Ho scritto una lista lunghiiiiiiiissima di buoni propositi, che non sto qui a riscrivere e la maggior parte riguardano vari cambiamenti al mio carattere ma i più importanti sono: PARLARE (MOLTO) MENO, ESSERE PIU' TRANQUILLA e ESSERE MENO PIGRA.



Sono i miei difetti principali a mio avviso e sono ben determinata a cambiarli, perchè so che quasi tutta la tristezza e il malumore che ho addosso e che ho intorno lo creo io, perchè sono una brutta persona....ma ho intenzione di cambiare! Voglio diventare più buona, comprensiva, paziente...insomma tutto l'incontrario di cosa sono adesso.



Voglio iniziare a buttarmi nelle esperienze, voglio smetterla di comportarmi come la stronza che so di non essere, voglio essere una persona con cui sia piacevole passare il tempo.



Ma sopratutto voglio piacere a me stessa e non a fine giornata arrivare e ripensare a cosa è successo durante il giorno e dire a me stessa: Ma cosa diavolo hai combinato?



Voglio essere più serena, vivere più felice, voglio impegnarmi nelle cose che non ho fatto fin ora: Pianoforte, scuola, scrittura, ecc voglio passare meno tempo al computer e di più con la mia famiglia. Voglio preoccuparmi meno di cosa pensa la gente e essere di più me stessa.



Voglio dimenticarlo una volta per tutte e su questo punto ci sto già lavorando.



Voglio essere più organizzata e ordinata e voglio prendere la patente.



Voglio ricominciare a leggere, e con tutti i libri che mi hanno regalato a Natale non sarà un problema..



Mi impegnerò al massimo perchè tutto ciò accada.



I want to be happy. I deserve it

lunedì 21 novembre 2011

Maschi...chi li capisce?



Ho conosciuto questo ragazzo...lui mi piace e apparentemente io piacevo a lui. Ci siamo conosciuti più di due settimane fa e la prima settimana ci siamo visti addirittura 3 volte e lui era caro, simpatico, rispondeva ai messaggi, ecc Ora c'è evidentemente qualcosa che non va...allora già per tutta la settimana avevamo messaggiato pochissimo, poi dovevamo finalmente vederci ieri, ma quando gli ho chiesto di vederci un po' prima perchè dopo dovevo andare via ha detto che prima non poteva, e che ci vedevamo oggi. Oggi però è tutto chiuso a Cittadella, così ha rimandato a giovedì...insomma, penso che se avesse davvero voluto vedermi avrebbe detto che andavamo da qualche parte....e quando gli ho chiesto se andavamo al cinema mi fa che a lui andrebbe meglio durante la settimana. A sto punto mi viene da chiedermi: quale è il problema? Evidentemente non gli interesso o ha già la ragazza...e visto che non mi reputo così bella da fare l'amante, direi che è la prima...cioè, ma basta dirlo! Non rispondere ai messaggi e non scrivermi..

Cioè...lui sa di piacermi. E' palese, cosa deve fare così se non gli interesso.

Mah...i ragazzi proprio non li capisco! Eppure credevo di interessargli almeno un poco all'inizio...evidentemente ha capito che non sono così carina ed interessante...come dargli torto dopotutto?

Accidenti, pensavo di aver smesso con queste cose...

Cavoli.

Io odio, odio profondamente, quando c'ho l'ansia da messaggio. Avete presente, quando ti deve arrivare un messaggio e ti assalgono le mille paranoie e controlli il telefono 500 volte in 2 minuti? Ecco, con lui è così. E lui risponde una volta ogni mezz'ora o più! Una cosa davvero stressante...
Eppure che ci posso fare? Sperare che ne valga la pena?
Come ho già detto sopra, non è interessato a me, quindi cosa cavolo sto facendo. Perchè ci vado a sperare ancora?

domenica 13 novembre 2011

Pattinare è l'unico modo che ho di fuggire



Speravo che fosse finita. Pensavo che finalmente fossi riuscita ad accumulare abbastanza esperienza da non dover più sentirmi così...eppure eccomi qui. La solita storia, il solito dolore, le solite lacrime.



Come è possibile che ci sia caduta di nuovo? Pensavo di non essere così stupida...mi sbagliavo.



Sembrerà strano ma invece di buttarmi a letto a piangere e dormire, ho voglia di andare a pattinare. Pattinare è l'unico modo che ho di fuggire al dolore, per qualche ora. Non vado da nessuna parte, solo giro...giro con un caffelatte ghiacciato in mano, così freddo che spero che cristallizzi i pensieri nella mia testa, e che si formi uno strato di ghiaccio così spesso che rimarranno lì intrappolati e io non dovrò stare più male.



No dovrei stare male, non dovrei...perchè invece sto così? perchè mi sono illusa, mi sono tremendamente illusa che per una volta toccasse a me essere felice.



Devo trovare qualcosa da fare, perchè ogni volta che ci penso, il buco che mi si sta formando sul petto si allarga un po' di più...e mi trascina nel baratro della tristezza.



Basta stare male. Basta.



venerdì 11 novembre 2011

Uguale. Diversamente uguale.



La stessa amara medicina, anche se data con lo zucchero, avrà sempre il retrogusto amaro.



Per quanto io mi sforzi di trovarne uno diverso, è tutto sempre uguale, tutto troppo simile. Si manifesta in modi diversi, ma è sempre lì che si arriva.



Non sono diversa da come ero una volta, sono la stessa, che fa gli stessi errori, solo in maniera diversa.



Mi illudo di aver trovato qualcuno di diverso...bah, è sempre tutto uguale...solo che ti viene addosso in modi diversi.



venerdì 4 novembre 2011

Panico pre-verifica

Sono qui con il libro di Scienze sociali in mano e...non riesco a studiare. Non so perchè, leggo una riga e dopo la rileggo e la rileggo ancora senza che essa mi entri in testa...proprio non riesco a capire. Non so se è la mia mente che oggi ha qualche problema...forsa. Negli ultimi 4 giorni ho avuto un picco positivo su tutto: ho studiato un sacco per rimettermi in pari con il programma, ho passato tempo con la mia famiglia, dando pure una mano, pulendo e preparando la cena, e la dieta sta andando a gonfie vele.
Oggi nn so cosa mi succede ma è come se il mio corpo si fosse fermato, sono stanca e la mia mente non ingrana. Domani la prof ci metterà una verifica difficilissima e io sono qui che non capisco manco di che stiamo parlando..e devo pure studiare storia perchè domani devo recuperare la verifica! Mi fa male la testa...come fa quella donna a pretendere che ci ricordiamo tutte le date, i nomi, i libri, le leggi presenti nel libro? Non ce la farò mai! Almeno è a crocette quindi ho qualche possibilità in più di arrivare al 6...lo so, non è tanto, ma ho bisogno di quel 6...un altro brutto voto non riuscirei a sopportarlo.
Per fortuna settimana prossima ho stage e questo vuol dire: niente stress scolastico! E quindi dedicherò tutta la settimana a recuperare ciò che non ho fatto nell'ultimo mese e mezzo...ardua, lo so, ma ci devo assolutamente riuscire, così quando torneremo dallo stage potrò ricominciare con calma a pensare alla scuola. Non voglio più trovarmi come adesso, qui a guardare il libro e a trattenere le lacrime per la paura di prendere un brutto voto. Non voglio deludere ancora i miei genitori, so di non farli felici.
Già mia mamma è arrabbiata, o meglio preoccupata, per la mia dieta. Perchè io mi ci sto impegnando seriamente, e lei dice che sto diventando ossessionata e malata, ma non è vero! Solo perchè io quando inizio qualcosa ci metto impegno e lei no, non vuol dire che deve criticare me! Anche lei sarebbe "in dieta" ma non ci si mette seriamente e continua con quelle che lei chiama "piccole trasgressioni" che si, per carità sono piccole, ma continue! Io non dico che lei si deve impegnare come lo faccio io con la dieta, ma che almeno non venga a dire a me che sbaglio a ossessionarmi! In ogni caso non voglio che stia male...so che si preoccupa solo per me, ma non ne ho bisogno! So quello che faccio...so che la deludo un poì per tutto: la scuola, che non mi impegno e prendo brutti voti, in casa perchè non le do mai una mano, adesso anche con questa storia, e poi sta male quando urlo contro mio fratello, che poi lei lo difende e urlo contro di lei. Per quanto a volte non la sopporti quando urla, o critica ingiustamente so che è per il fatto che sotto sotto non ce la fa più. Devo davvero impegnarmi di più per darle una mano, magari rinuciando al tutto il tempo improduttivo che uso per stare davanti al computer...anche adesso per esempio, dovrei aver fatto il letto, eppure è lì, disfatto e so che non lo rifarò prima di andare a dormire, perchè? Perchè devo studiare scienze sociali! Se sapessi organizzarmi potrei fare tutto, invece sono solo una stupida rimandona che aspetta sempre l'ultimo minuto e facendo questo delude tutti quelli che le stanno intorno. Cattiva e pessima.
E' solo che sono stanca. Indipendentemente da quanto dormo o da quello che faccio, sono tanto stanca se dormo 12 ore e non faccio niente, che se ne dormo 6 e faccio un ora di palestra. Non è una scusa o pigrizia, è qualcosa che sto facendo esami su esami per capirla. Io non ce la faccio più a conviverci...anche adesso, sono stanca solo scrivendo con il computer...è assurdo! Non mi capita sempre o di continuo...era sparita negli ultimi giorni, ma oggi è tornata e mi sta buttando a terra...oggi che sarebbe proprio il giorno peggiore! Quella di sso è diventata cattiva. Non la capisco...in seconda e in terza era bravissima, non buona, ma brava, sapeva stimolarti e farti fare bene. Dall'anno scorso è diventata semplicemente cattiva, non so se lo fa per sadismo o cosa, ma non fa altro che essere...cattiva! Non saprei come altro descrivere il suo comportamento...e poi tutte le preferenze che fa...bleah. Infatti ora come ora nelle sue lezioni non la considero nemmeno, sto attenta e prendo appunti, ma in ogni caso le dice che :"non mi impegno perchè non partecipo in classe", Non pensa che forse è perchè sono terrorizzata da lei? Che ogni volta che alzo la mano, se mi da la parola perchè a volte mi mi ignora spudoratamente, mi guarda male e qualsiasi cosa dico è una cavolata assurda? Cioè, sto zitta che è meglio e basta! ti pare?
Boh, quella di domani, lo ha detto anche lei, sarà una carognata di verifica, e io non riesco a studiare! Io farò male la verifica, i miei rimarranno delusi e io sarò triste sia per il brutto voto sia per averli delusi!! E stasera deluderò anche mio fratello perchè gli avevo detto che avrei guardato un film con lui e invece mi tocca studiare...oggi mi faccio proprio schifo! Vorrei andare a letto e non svegliarmi per 24 ore. purtroppo ha detto che se domani non ci presentiamo farà una verifica ancora più cattiva la volta dopo che ci vede...quindi mi tocca. Per forza.
Storia so che bene o male andrà bene, perchè ho studiato ancora per giovedì, quindi basta dare una letta agli schemi...scienze sociali invece...andare a scuola domani sarà come andare al patibolo...
Adesso sono le 7, se riuscissi a mettermi di buona lena avrei 4 ore fino alle 11 per studiare, poi un'ora domani mattina fanno 5...sarebbe perfetto, SE riuscissi a studiare. Ma anche se riuscissi a studiare non sarà mai abbastanza perchè non ho studiato di volta in volta, cioè si, ma solo i concetti principali e non i dettagli! Perchè quella di domani sarà sui dettagli, sulle date, sul nome e numero delle leggi, sui dati istat, sul nome e cognome dell'autore, sui libri che ha scritto e quando, e collegare tutto ai concetti principali. Assurdo. Fino all'anno scorso amavo questa materia, la adoravo proprio, la studiavo di gusto, volevo perfino fare la psiocologa! Lei è riuscita a mandarmi in disgrazia tutto...adesso solo l'idea di aprire il libro mi fa venire l'urticaria (sempre si scriva così) e le parole mi sembrano solo parole come altre che devo imparare a memoria, solo a pensare a lei e a una verifica o interrogazione mi fa venire un nodo alla gola e venire il mal di testa. Io di solito reggo bene la pressione, con lei no però...so già che mi chiederà qualcosa che non so, qualche collegamente a cui non avevo pensato, la data che non mi ricordo...lei scoprirà il mio punto debole e lo pungerà e io mi trovo lì davanti, con tutto il mio scudo di apparente sicurezza mandato in frantumi a lasciare che lei inveisca contro di me su come non ho un buon metodo di studio, di come non mi impegno, ecc...e per quanto io finga che non mi interessi, io ci sto un sacco male. Odio le critiche, sopratutto quando penso di non meritarmele. L'ultimo brutto voto me lo meritavo, eccome, chiariamo, non dico questo, dico che potrebbe darmelo senza infierire, senza dover per forza andare avanti 10 minuti a ripetere quanto non sono capace. Stai zitta, lo so di aver sbagliato, quel 5 nero su bianco sul libretto fa già male di suo, figurati con l'allegato "predica".
Ho male alla testa...cavoli, che razza di papiro che ho scritto...come se qualcuno lo leggesse..hahaha, so che nessuno lo legge, lo scrivo per me...perchè sono perfino troppo stanca per scrivere su un diario vero con la penna, e poi questo blog è più colorato

venerdì 28 ottobre 2011

Write write write :)



Scriviaaaaaaaaamo! :)


Sono di buonumore, perchè è una bella giornata!


Ho iniziato la dieta e insieme a questa vado in palestra tutti i giorni almeno un ora :) e questo vuol dire che inierò a perdere quegli odiati chiletti di troppo che mi assillano e che avrò le mie gambe magre!


Partiamo dal fatto che ho già ricominciato 2 volte...la prima volta ho rinuciato perchè non ero abbastanza motivata, mentre la seconda volta perchè c'era la FIERA e mi sono concessa panini onti, patatine fritte, ecc...non vado molto fiera di questo, ma non ci voglio pensare e voglio ricominciare piena di entusiasmo! :)


A scuola non va bene...l'anno scorso anche se non studiavo molto prendevo bei voti (cioè 6 o 7)quest'anno però mi stanno segando le gambe....non va bene! ho già preso quattro 5 in matematica, arte, fisica e scienze sociali. Ho deciso che da oggi dedicherò molte più ore allo studio e che sopratutto inizierò a stare attenta in classe, così metà del lavoro sarà già fatto!


Devo anche mettermi in testa che devo studiare per patente, in quanto ho l'esame a fine novembre e devo ancora aprire il libro! Decisione: studiare almeno mezz'ora al giorno patente :)


E anche pianoforte! almeno 10 minuti al giorno se non voglio di nuovo che il prof mi dica che non posso fare il saggio...

Adoro queste giornate che fanno venire voglia di cambiare, che ti danno l'entusiasmo per porti degli obbiettivi e iniziare a portarli avanti! :) ENTUSIASMOOOOO

mercoledì 12 ottobre 2011

Cambiare.




Allorsssss, dicono che per cambiare ti serva una motivazione valida, bene io ce l'ho: non mi vado più bene così!


Se c'è una cosa che odio (o meglio mi terrorizza) è l'umiliazione pubblica. Quando la gente mi prende in giro davanti a tutti è orribile, non so neanche descriverlo. E' proprio il mio punto debole...mi fa sentire debole, credo. Ecco l'altro giorno ho subito la mia dose di umiliazione davanti alla classe così ho deciso che è ora di CAMBIARE!


Oh yes, baby. Diventerò una persona nuova.


Obbiettivi:


- Parlare meno,


- A scuola cercare di farsi notare il meno possibile, non parlare e prendere appunti,


- Smetterla di arrabbiarsi/dire su a tutti per qualsiasi cosa,


- Smetterla di essere così esuberante (detto in modo gentile, in realtà sarebbe spaccapalle).


- Trattare bene tutti.


e ce la farò! Yeah buddy.

domenica 2 ottobre 2011

zitta zitta zitta

Devo imparare a stare zitta zitta zitta zitta zitta zitta zitta zitta zitta zitta zitta zitta. ZITTA.

Mi creo un sacco di problemi parlando, problemi che eviterei volentieri, perchè sono stanca di avere problemi.


Oltre per il fatto che perfino il mio medico dice che dovrei smettere di parlare così tanto. Mi crea problemi alla salute, non gravi, ma comunque sarebbe meglio che evitassi per il futuro.


Il problema è che se sto zitta la gente se ne accorge e mi fa: Nicole, ma perchè non parli? Dai, Nicole parla! Nicole, parla e intrattienici, ci annoiamo.


Ma vi sembro un orso da circo?! Non sono lì per il vostro intrattenimento personale. Non sono un interruttore che quandi dici: parla, parlo e quando dice stai zitta, sto zitta.


E' che penso di aver smesso di pensare. Io non penso, parlo direttamente. Mi manca quel filtro che trattiene le cattiverie, le stupidaggini e i commentini acidi. Io li dico e basta, che sia un mio amico, uno sconosciuto, uno della mia famiglia, io dirò sempre tutto quello che penso. Che sia un complimento, un'offesa, un commento acido o qualsiasi altra cosa, io la dico, punto e a capo.


E' così terribilemente egocentrico! Pensare che alla gente davvero interessi la mia opinione! Insomma, chi mi credo di essere?! Non sono davvero importante, sono uguale a tutti gli altri. E la mia opinione non vale di più di quella di chiunque altro, quindi cosa mi fa credere che io la possa sbandierare ai quattri venti, mentre gli altri se la devono tenere per sè.


Non sono un giudice innipotente, non so davvero cosa sia giusto e cosa sia sbagliato. Non devo permettermi di dire tutto quello che mi passa per la testa. E' sbagliato, maleducato, cattivo.


E' già perchè la maggior parte dei pensieri che faccio sulle altre persone è cattivo. E' come se riuscissi solo a vedere il lato negativo delle persone, non sempre ma spesso. Vorrei essere di più come Jane Bennet, di Orgoglio e Pregiudizio. Lei riesce sempre a vedere il lato buono delle persone, anche quelle più cattive come Caroline Bingley (neanche si vede che sto leggendo quel libro, vero?).

Credo che mi impegnerò a cambiare.

REGOLE:


- Parlare meno;


-Ascoltare di più;


-Provare a vedere il lato positivo delle persone.


Difficile, difficile, difficile, ma ci devo almeno provare.

venerdì 23 settembre 2011

Mr Coerenza

Non ce la faccio più! Non lo sopporto!
C'è questo ragazzo in classe mia...a parte tutti i precedenti (gli andavo dietro, ma finalmente dopo 3 anni mi sono disintossicata, littigavamo, ecc), adesso andiamo, almeno credevo io, d'accordo. ma Mr Coerenza qui è la persone più INCOERENTE del mondo!! cioè mi scrive per chat o per messaggio, ma poi in classe: nemmeno mi guarda! e non lo sto dicendo in modo metaforico, ma letterale! è come se fossi inconistente, guarda dappertutto tranne me anche se gli finisco davanti.

Adesso io mi chiedo: Se ti faccio così schifo...COSA MI SCRIVI? cioè o mi consideri anche nella vita vera o ciao, perchè io ci sto male perchè vorrei essergli amica, ma come si può essere amica di uno che ti considera solo quando comoda a lui.

Cioè mi fa proprio venire il nervoso! Cavolo, non sono il suo jolly che quando non ha niente da fare scrive a me...mamma che nervi!

E' come se fosse due persone insieme: Dr jeckil and the Mr Hyde!! Solo che io non so stargli dietro...spero per lui che abbia amici che riescano a capirlo perchè io per quanto mi sforzi non ci riesco! E' un cubo di Rubick, lo era quando gli andavo dietro (e all'epoca questo mi piaceva anche un pochino), ma adesso è solo terribilmente frustrante.

Volevo che provassimo a essere amici perchè una persona davvero simpatica e gentile quando vuole, ma vedo che lui si vergogna perfino a guardarmi quindi: CIAO CIAO BABY!

martedì 20 settembre 2011

Happy Birthday to me..

Ieri ho compiuto diciotto anni. diciotto anni. diciot'anni. diciot'anni. diciotto. diciotto. 18. 18. 1 8.
CAZZO! Ho 18 anni! Sono maggiorenne! cioè, ma è chiaro? IO 18 anni! Mi sembra impossibile...mi sembra ieri che ero una bambina di 13 anni che guardava i suoi cugini diciotenni e fantasticava su quanto sarebbe stato bello essere come loro. Mi sembra ieri che avevo 16 anni e urlavo contro i miei genitori dicendo : "a 18 anni me ne vado di casa!".


Lo ammetto sono terrorizzata. Nel giro di una settimana mi si sono aperti gli occhi sul fatto che ormai sto diventando grande...ho iniziato la quinta, l'ultimo anno delle superiori. L'ultimo anno di scuola, poi sarà finita la mia adolescenza. Ho iniziato a fare la patente, e nel giro di tre/quattro mesi avrò la macchina e guiderò, niente più passaggi in macchina dai genitori. Ho diciotto anni e una miriade di nuove responsabilità sulle spalle. Ho paura, tanta paura. La consapevolezza che adesso sto crescendo e che sto lentamente avendo la dipendenza tanto agognata mi spaventa.


Fino all'altro ieri cercavo in tutti i modi di ritagliarmi piccoli spazi di indipendenza dai miei, la mia camera, chiudermi dentro, stare tanto fuori. Ora penso che non voglio separarmi da loro...non perchè abbia paura di non farcela, è sicuro al 2000 per 1000 che ce la farò, ma ho paura di perderli. Già ci passo poco tempo e ci vivo insieme, cosa succederà quando andrò a vivere da sola? Quando non servirà più che mi vengano a prendere o che mi portino da qualche parte? Quando non servirà che si presentino con me, che firmino per me? Ho paura che non avendo più bisogno di loro li perderò.


Cavolo, finalmente mi rendo conto della cosa che mi fa più paura dei 18 anni..non è votare, non è guidare, non sono gli esami, non sono le responsabilità...ho paura di perdere quel poco legame che ho con la mia famiglia. Io non sono una buona/brava figlia. Sono un disastro, sono cattiva, rispondo male, dico loro cose cattive, mi chiudo in camera mia e a volte cerco di passarci meno tempo possibile insieme. E' bruttissimo, perchè vorrei stare con loro ma ho sempre talmente paura che appena iniziamo a parlare succesa qualcosa per cui littighiamo. E ammettiamolo seriamente sono praticamente sempre io che inizio le liti perchè magari loro senza volerlo dicono cose che mi fanno arrabbiare. Ma non lo faccio neanche apposta. Non so come succede, ma mi arrabbio anche se tre secondi prima stavo bene, mi arrabbio per stupidaggini e finisce che rovino tutto. Detto questo di può ben capire quanto in bilico sia il rapporto con la mia famiglia.


Quanto vorrei che fossimo il tipo di famiglia da pubblicità delle brioches...dove tutti sono felici sempre e comunque. Il bello è che mi rendo conto che il problema principale sono io. Io e il mio carattere...subito dopo viene mio fratello che è la persona più irritante, insistente e rompiscatole della terra. E' come se non capisse...se ti dico che non mi piace quando mi si interrompe e mi si parla sopra PERCHè DEVI FARLo?? Se ti dico che mi da fastidio quando mi tocchi PERCHè DEVI FARLO?? Io gli voglio un mondo di bene, ma a volte proprio non riesco a sopportarlo, così finisco per dirgli su, i miei si arrabbiano, io mi arrabbio con loro perchè difendono lui e non me, e finisco per littigare anche con loro e a chiudermi ancora di più in me stessa.


Strano ma vero, se mio fratello fosse un po' più tranquillo la mia vita sarebbe estremamente migliore! Se lui non esagerasse ogni singola azione che fa io non mi arrabbierei ogni tre secondi, mia mamma non starebbe sempre male a vederci littigare e mio papà avrebbe un'opinione leggermente migliore di me.

Il problema è che non posso cambiare lui, e purtroppo per ora non riesco a cambiare il mio carattere, così cerco di evitarlo ed ignorarlo...ma più lo ignoro più lui esagera per ricercare le mie attenzioni, io mi arrabbio lo stesso e i miei dicono che non passo mai tempo con lui.

In ogni caso mi arrabbierò, in ogni caso sarà colpa mia, in ogni caso sarà un disastro. è un circolo vizioso che non riesco a spezzare in nessun modo e ciò rende tutto estremante frustrante.


Buon compleanno a me.

.

sabato 17 settembre 2011

Sfogo di fine estate

L'estate mi ha portato via con se in questi mesi, quindi niente post...ho fatto di tutto quest'estate: ho lavorato un mese, sono stata in un soggiorno-studio a Oxford dove ho incontrato persone fantastiche, sono stata una settimana al mare con la mia famiglia e una mia amica, sono stata a New York e Antigua (caraibi) con la mia famiglia e tre giorni al mare con due miei amici...in tutto da Luglio sono stata a casa 9 giorni. ho visto, esplorato, visitato...ogni giorno facevo qualcosa di diverso, ogni giorno era una pagina bianca tutta da scoprire.
adesso, invece, è iniziata la scuola. la routine mi ha mangiato l'anima solo dopo 6 giorni. la noia si insinua nel mio corpo togliendomi ogni energia. Non sono fatta per questo! non sono fatta per alzarmi ogni mattina alla stessa ora, andare a scuola, tornare a casa, studiare, andare a letto presto e il giorno dopo tutto da capo, tutto uguale.
ho bisogno di libertà e l'essere studente non me la da purtroppo. vorrei che fosse già finita la scuola ed avere un po' di soldi e viaggiare, viaggiare, viaggiare. ogni giorno qualcosa di nuovo, persone nuove, cose nuove da scoprire. india, cina, australia, stati uniti d'america, perù, brasile, alaska.
è così assurdo che per sentirmi libera debba andare così lontano? è così strano che qui mi senta in gabbia solo dopo una settimana che sono tornata?
dovrei star facendo matematica in questo momento, martedì ho compito e non so nemmeno da dove iniziare. invece oggi ho fatto tutto tranne toccare quello stra maledetto libro, perchè ogni volta che mi sedevo per cominciare mi veniva male e iniziavo a fare altro. solo l'idea di ricominciare con l'ansia delle verifiche, la paura, l'agitazione...mi mette i brividi! vorrei essere dovunque tranne qui. vorrei dover fare qualsiasi cosa tranne studiare. chiariamo a me piace conoscere, mi piace sapere, mi piace imparare...ma odio le cose imposte. odio che ci sia qualcuno che mi ricatti per farmi studiare. eh già, la scuola è tutta un ricatto: se tu non sai alla perfezione, io non ti do un bel voto, se invece hai sai tutto ti do il bel voto. non è questione di merito. una persona che ha sgobbato sui libri per ore per capire le cose e una che ne ha passato una per impararselo a memoria otterranno lo stesso risultato, solo che una se lo ricorderà per anni, l'altra per meno di una settimana. e credete che alla scuola questo interessi? NO! lei non è lì per farvi imparare qualcosa, è lì per darti informazioni su informazioni che vi si accatastano in testa come un mucchio di spazzatura e appena uscite da scuola potete anche mandare tutto a fanculo e fare i contadini analfabeti, la loro coscienza è pulita.
dove è finito l'amore per l'insegnare? l'amore di conoscere, apprendere, voler sapere? sembra quasi che non ci sia mai stato, perchè la scuola in Italia FA SCHIFO. non ci sono fondi, gli insegnanti sono talmente sottopagati che perdono la voglia di insegnare le cose, gli studenti non sono motivati e non apprendono e finisce che siamo uno dei paesi più ignoranti d'Europa.

cavoli, non avrei mai immaginato che sarei finita a scrivere questo. non sapevo nemmeno che cosa scrivere ed ecco qua uno sfogo bello e buono. la mia mente mi sorprende sempre.

venerdì 27 maggio 2011

I'm not a stone



La gente è convinta che io sia una pietra. non lo sono. non sono una roccia. non mi si può dire tutto ciò che si vuole e poi pretendere che mi scivoli addosso. anch'io ci sto male! sentirmi criticare tutto il giorno sottoforma di "battute" e "scherzi" non mi aiuta. la gente continua a ripetermi talmente spesso che sono una brutta persona, che me ne sto autoconvincendo. Non sono una brutta persona! non sono cattiva! non mi merito cattiverie, mi merito di essere felice!



e adesso voglio mettere ordine nella mia vita ed eliminare tutto ciò che non mi rende felice. perchè sono davvero stanca di tenermi tutto dentro per evitare problemi. sono una persona forte, lo so, ma non indistruttibile. sto cambiando o meglio sto provando sul serio a cambiare, ma sembra che nessuno se ne accorga. ma adesso basta.



ora per la prima volta ci sono io. e non gli altri. ci sono io, una diversa nicole.



sarà un cambiamento lento, lo so. e per niente facile. ma è ciò di cui ho bisogno. ho bisogno di liberarmi di tutte le zavorre che mi tengono e terra e mi impediscono di essere felice.



IO MI MERITO DI ESSERE FELICE.

domenica 17 aprile 2011

routine...stupida routine

sono appena tornata da una magnifica settimana in Francia. non è andata esattamente come mi aspettavo, visto che pensavo che avrei passato molto tempo con la mia corrispondente, ma è stata operata di appendicite la mattina dopo che sono arrivata, così sono diventata il bonus dei francesi, tipo il jolly. sono stata un po' sballottata da una casa all'altra, ma è stato proprio questo che mi è piaciuto! mi sono affezionata a tutti e sono diventata amica di tutti, e ogni volta non sapevo cosa avrei fatto o dove sarei andata. ogni giorno facevamo cose diverse, andavamo in posti diversi. per questo adoro le vacanze, perchè non c'è una routine! odio la routine, non mi piace. la trovo noiosa. tutti non vedevano l'ora di tornare per riavere la loro routine, le loro abitudini..ma come è possibile? come si fa a voler tornare ai soliti orari, alle solite prevedibili cose? per fortuna fra una settimana parto di nuovo altrimenti mi sparerei... mi mancano già i francesi! voglio tornareeeee!! :(:(

domenica 3 aprile 2011

Let's write

Stranamente la mia vita sta cominciando ad andare per il verso giusto. é un bel po' che non littigo con i miei genitori, e che non ho incomprensioni con le amiche. a scuola va bene, ieri abbiamo fatto compito di scienze sociali e penso di aver fatto un tema che è una figata unica, era un secolo che non trovavo un argomento scolastico che mi prendesse tanto. non che l'argomento in sè fosse questa meraviglia: i vecchi, ma mi sono impegnata a studiarli e quindi sono fiera di me, avrò citato almeno 10 autori. adoro il tempo che c'è in questi giorni, è da giovedì che non sto un secondo a casa, sono sempre fuori per godermi questo bel sole. non fa più freddo, ma non fa nemmeno troppo caldo. è perfetto stare in maniche corte. Dopo probabilmente andrò a studiare fuori, si devo proprio mettermi in testa di studiare perchè ho voglia 0. devo pensare che manca solo una settimana, e poi niente più scuola per due settimane! perchè prima andiamo in Francia a Clermont-Ferrant dai francesi! e poi parto direttamente per Marsa alam in Egitto con i miei...quindi: bye bye school. Ho finito la gonna che stavamo facendo a cucito: una minigonna fucsia, sono estremamente fiera di me stessa, perchè l'ho fatta tutta io. Ho già in progetto una nuova gonna da cucire per conto mio, una a mezza ruota verde scuro con il ginturone nero...bella bella bella. poi devo anche farmi una borsa, ma penso che la farò fare a mia mamma, perchè come la voglio io non sono capace di farla. poi...basta mi sembra...ho mille e uno cose che voglio fare, ma per ora devo concentrarmi che devo studiare. xo xo butterfly

martedì 8 marzo 2011

Seventeen

diciasette anni...sono la cosa più frustrante che ti possa capitare, e vi spiego anche il perchè: hai la voglia di fare cose tipiche dei maggiorenni, ma hai le costrizioni tipiche dei sedicenni.
ecco cosa intendeva Arnold Van Gennep per "periodo di transizione"...
Lui ha individuato uno schema dei riti sociali che si struttura in tre periodi: separazione, transizione e reintegrazione. il periodo di transizione è un periodo in cui si può dire che l'individuo non è più il suo status precedente (sedicenne-ancora bambino), ma non è nemmeno nello status sucessivo (diciotenne-giuridicamente adulto). E' la cosidetta fase liminare (denominate così sucessivamente da Victor Turner), cioè si è nel confine tra uno status e l'altro.

E questa fase è caraterizzata da una certa invisibilità sociale. riassunto anche se vuoi, non puoi.

Tutti ti caricano delle responsabilità tipiche dei diciotenni, ma intanto devi sottostare a tutte le regole dei sedicenni.

uff, che noia...gli adulti non riescono a capire che siamo abbastanza maturi per avere un po' più di libertà? certe regole, tenetele per le bambine.

giovedì 3 marzo 2011

Be happy!!

Sono felice, cosa che non capitava da TANTO tempo e...sono così felice, di essere felice! Non c'è un motivo preciso, anzi c'è, ma solo il motivo scatenante, il fatto che continui a perdurare è ancora privo di senso per me.
però penso che sia per il fatto che sto cominciando ad avere un atteggiamento mentale positivo. alla fine è quello il modo per essere felici! lo so, sembra una tale sciocchezza...ma è così! vedere le cose in negativo le fa sembrare ancora più negative di quello che sono. e vedere una cosa negativa, ti fa avere dei pregiudizi, e se hai dei pregiudizi ti comporterai in modo negativo, e se ti comporti in modo negativo ti succederanno solo cose negative!


tutto è esplicato in questo fantasticissimo schema fatto da moi:) mentre se spostate il tutto in pensando positivo:

voilà! tutto sembra più bello!!
siceramente non ho idea per quanto la penserò così, sono così lunatica che domani potrei cambiare idea! ma per ora me la godo!!
xoxo

butterfly

sabato 26 febbraio 2011

Sfogatoio


oggi ho voglia di prendermela con qualcuno e visto che non posso prendermela con una persona reale senza motivo, me la prenderò con una, anzi delle persone ideali per un giusto motivo: QUELLI CHE BUTTANO LA SPAZZATURA PER TERRA.

mamma mia quanto li odio!

quando vi costa buttarla nel cestino, pensate che vi brucerà la mano se lo fate?

accidenti, io abito vicino a un parchetto...quelli minuscoli con 2 giostrine in croce, dove ovviamente i bambini non vanno mai perchè ci trovi solo adolescenti. e...è sempre pieno di spazzatura! OVUNQUE!

è una cosa totalmente assurda, perchè c'è un cestino e adesso che hanno potato la siepe si vede anche bene, quindi a rigor di logica la gente dovrebbe usarlo, invece...nulla! mangiano, bevono, fumano e poi buttano dove capita! risultato: altro che parchetto, sembra una discarica a cielo aperto!!

oppure oggi sono stata a treviso e stavo camminando, quando ho notato che c'erano così tanti mozziconi di sigaretta che il marciapiede sembrava arancione! al che ho pensato: sicuramente il commune non avrà messo un cestino, invece no! ce ne erano uno ogni 3 metri, e tutto attorno mozziconi, mozziconi, mozziconi. attorno al cestino! ma vi sembra normale?! quanto può essere difficile spegnere il mozzicone e buttarlo nel cestino?

o anche le chewing gum! accidenti, quanto odio vedere i marciapiedi a macchie nere per le gomme sputate per terra...esistono i cestini, o se proprio non ne vedete uno, avrete un fazzoletto in tasca, accidenti!!

bah, non riesco veramente a concepirlo...è una cosa assurda!

ora che mi sono sfogata, posso tornare a fare quello che stavo facendo:)

xoxo Butterfly

giovedì 10 febbraio 2011

The best thing for me

Odio quando devo dire a un ragazzo che non mi interessa o che non mi interessa più a seconda dei casi...è la cosa più triste che si possa fare, perchè tu stai lì a guardare quegli occhi speranzosi e ti devi inventare un modo gentile per rifiutarlo!

I ragazzi si possono limitare a dirti qualsiasi boiata, anche la più malvagia e saranno sempre giustificati...sono ragazzi, sono fatti così. Nessuno se la prende davvero se un ragazzo scarica male una ragazza, ma se è una ragazza a farlo passa per...bè, troia.

Mi è capitato parecchie volte (lo so, perfino per me è strano) di dovere dire a un ragazzo che lui non fa per me, che non sono interessata, che non è scoccata la scintilla....e ogni lo faccio peggio della precedente. E' così triste!

Dove ero io quando Dio ha distribuito il tatto? Ero in fila per il sarcasmo, evidentemente...

uff...ogni tanto penso che mi piacerebbe davvero essere come loro vorrebbero, vorrei davvero innamorarmi di loro, solo per renderli felici o per lo meno non farmi guardare come se fossi un mostro e li avessi accoltellati! ma non ci riesco...non mi innamoro a comando e non riesco nemmeno a stare con qualcuno quando non sono presa almeno al 90%...non ce la faccio.

e quindi devo...fare la cosa migliore per me. Anche se vedrò che gli ho fatto male, anche se non saprò mai farlo con il giusto tatto...

Sta di fatto che poi quando riesco finalmente a farlo, dopo aver posticipato e posticipato e posticipato, perchè non avevo il coraggio di farlo....mi sento così...libera e leggera.

Perchè so che era la cosa giusta per me..
...la cosa migliore per me.

mercoledì 9 febbraio 2011

To be invisible

Dopo un secolo finalmente ho un buco per scrivere..anche se non scrivo con i sentimenti migliori.

Sentimento del giorno: FRUSTRAZIONE.

Essere indifferenti a qualcuno è la cosa peggiore del mondo, peggiore ancora di essere odiati. Perchè l'odio è un sentimento dopotutto...un sentimento brutto, ma è pur sempre qualcosa!

L'indifferenza invece non è nulla. Assolutamente nulla. e la cosa mi fa impazzire.

Odio essere indifferente a qualcuno...soprattutto se l'opinione di quel qualcuno mi interessa...sopratutto se l'opinione di quel qualcuno non dovrebbe importarmi.

E' frustrante, orribile, quasi surreale. E' come essere invisibili. vedere lo sguardo che ti trapassa come se tu non ci fossi è...semplicemente privo di senso.

Vorrei mettermi a saltare davanti e urlare: guardami! ma so già che non cambierebbe niente.

So che non dovrebbe importarmi l'opinione di queste persone, eppure quando succede sto ore a scervellarmi su dove sbaglio. magari senza effettivamente sbagliare qualcosa...

e la cosa più assolutamente frustrante di tutte è: che non posso farci nulla.

Non posso far cambiare idea a queste persone e non riesco a cambiare i miei sentimenti di fronte a queste reazioni o meglio "non-reazioni".


Non so che fare...dicono che il tempo guarisca tutto, lo spero...

"everybody say, thar time heals the pain, I've been waiting forever, that day never come..." THAT DAY

venerdì 4 febbraio 2011

Ready, set, go...

...nuovo anno, nuovo blog...
avevo già un blog, ma ci scrivevo pochissimo e quello che scrivevo...non lo so, era come se non fossi io...quindi ho deciso: ricomincio da capo.
comincio con le solite cose: mi chiamo Nicole e ho 17 anni. non so ancora bene cosa scriverò in questo blog...ho sempre talmente tanti pensieri in testa che a volte non riesco nemmeno a dargli un ordine...ma un blog dovrebbe servire a questo no? scrivere i pensieri e aiutarti a dare ordine nella tua mente.
bé, ho bisogno proprio di questo di scrivere e capire: chi sono, cosa voglio, di cosa ho bisogno...
sembra stupido, ma è passato solo un mese del nuovo anno e già mi si è scombussolato tutto. tutto quello che credevo di volere adesso non so se lo voglio, e tutto ciò in cui credevo adesso non so più se ci credo....
complicato, eh?
bè, io sono così...dolcemente complicata e credo che si vedrà in quello che scriverò.
perchè butterfly? mah, le farfalle mi hanno sempre dato una sensazione di libertà assoluta, di bellezza e di eleganza...un po' come vorrei essere io.

detto questo, finisco il mio primo post del mio nuovo blog.
a lot of kiss
Butterfly