It's my life, It's now or never, I ain't gonna live forever, I just want to live while I'm alive.

E' la mia vita ed è ora o mai più, perchè non vivrò per sempre voglio vivere finchè sono vivo. BON JOVI

lunedì 21 novembre 2011

Maschi...chi li capisce?



Ho conosciuto questo ragazzo...lui mi piace e apparentemente io piacevo a lui. Ci siamo conosciuti più di due settimane fa e la prima settimana ci siamo visti addirittura 3 volte e lui era caro, simpatico, rispondeva ai messaggi, ecc Ora c'è evidentemente qualcosa che non va...allora già per tutta la settimana avevamo messaggiato pochissimo, poi dovevamo finalmente vederci ieri, ma quando gli ho chiesto di vederci un po' prima perchè dopo dovevo andare via ha detto che prima non poteva, e che ci vedevamo oggi. Oggi però è tutto chiuso a Cittadella, così ha rimandato a giovedì...insomma, penso che se avesse davvero voluto vedermi avrebbe detto che andavamo da qualche parte....e quando gli ho chiesto se andavamo al cinema mi fa che a lui andrebbe meglio durante la settimana. A sto punto mi viene da chiedermi: quale è il problema? Evidentemente non gli interesso o ha già la ragazza...e visto che non mi reputo così bella da fare l'amante, direi che è la prima...cioè, ma basta dirlo! Non rispondere ai messaggi e non scrivermi..

Cioè...lui sa di piacermi. E' palese, cosa deve fare così se non gli interesso.

Mah...i ragazzi proprio non li capisco! Eppure credevo di interessargli almeno un poco all'inizio...evidentemente ha capito che non sono così carina ed interessante...come dargli torto dopotutto?

Accidenti, pensavo di aver smesso con queste cose...

Cavoli.

Io odio, odio profondamente, quando c'ho l'ansia da messaggio. Avete presente, quando ti deve arrivare un messaggio e ti assalgono le mille paranoie e controlli il telefono 500 volte in 2 minuti? Ecco, con lui è così. E lui risponde una volta ogni mezz'ora o più! Una cosa davvero stressante...
Eppure che ci posso fare? Sperare che ne valga la pena?
Come ho già detto sopra, non è interessato a me, quindi cosa cavolo sto facendo. Perchè ci vado a sperare ancora?

domenica 13 novembre 2011

Pattinare è l'unico modo che ho di fuggire



Speravo che fosse finita. Pensavo che finalmente fossi riuscita ad accumulare abbastanza esperienza da non dover più sentirmi così...eppure eccomi qui. La solita storia, il solito dolore, le solite lacrime.



Come è possibile che ci sia caduta di nuovo? Pensavo di non essere così stupida...mi sbagliavo.



Sembrerà strano ma invece di buttarmi a letto a piangere e dormire, ho voglia di andare a pattinare. Pattinare è l'unico modo che ho di fuggire al dolore, per qualche ora. Non vado da nessuna parte, solo giro...giro con un caffelatte ghiacciato in mano, così freddo che spero che cristallizzi i pensieri nella mia testa, e che si formi uno strato di ghiaccio così spesso che rimarranno lì intrappolati e io non dovrò stare più male.



No dovrei stare male, non dovrei...perchè invece sto così? perchè mi sono illusa, mi sono tremendamente illusa che per una volta toccasse a me essere felice.



Devo trovare qualcosa da fare, perchè ogni volta che ci penso, il buco che mi si sta formando sul petto si allarga un po' di più...e mi trascina nel baratro della tristezza.



Basta stare male. Basta.



venerdì 11 novembre 2011

Uguale. Diversamente uguale.



La stessa amara medicina, anche se data con lo zucchero, avrà sempre il retrogusto amaro.



Per quanto io mi sforzi di trovarne uno diverso, è tutto sempre uguale, tutto troppo simile. Si manifesta in modi diversi, ma è sempre lì che si arriva.



Non sono diversa da come ero una volta, sono la stessa, che fa gli stessi errori, solo in maniera diversa.



Mi illudo di aver trovato qualcuno di diverso...bah, è sempre tutto uguale...solo che ti viene addosso in modi diversi.



venerdì 4 novembre 2011

Panico pre-verifica

Sono qui con il libro di Scienze sociali in mano e...non riesco a studiare. Non so perchè, leggo una riga e dopo la rileggo e la rileggo ancora senza che essa mi entri in testa...proprio non riesco a capire. Non so se è la mia mente che oggi ha qualche problema...forsa. Negli ultimi 4 giorni ho avuto un picco positivo su tutto: ho studiato un sacco per rimettermi in pari con il programma, ho passato tempo con la mia famiglia, dando pure una mano, pulendo e preparando la cena, e la dieta sta andando a gonfie vele.
Oggi nn so cosa mi succede ma è come se il mio corpo si fosse fermato, sono stanca e la mia mente non ingrana. Domani la prof ci metterà una verifica difficilissima e io sono qui che non capisco manco di che stiamo parlando..e devo pure studiare storia perchè domani devo recuperare la verifica! Mi fa male la testa...come fa quella donna a pretendere che ci ricordiamo tutte le date, i nomi, i libri, le leggi presenti nel libro? Non ce la farò mai! Almeno è a crocette quindi ho qualche possibilità in più di arrivare al 6...lo so, non è tanto, ma ho bisogno di quel 6...un altro brutto voto non riuscirei a sopportarlo.
Per fortuna settimana prossima ho stage e questo vuol dire: niente stress scolastico! E quindi dedicherò tutta la settimana a recuperare ciò che non ho fatto nell'ultimo mese e mezzo...ardua, lo so, ma ci devo assolutamente riuscire, così quando torneremo dallo stage potrò ricominciare con calma a pensare alla scuola. Non voglio più trovarmi come adesso, qui a guardare il libro e a trattenere le lacrime per la paura di prendere un brutto voto. Non voglio deludere ancora i miei genitori, so di non farli felici.
Già mia mamma è arrabbiata, o meglio preoccupata, per la mia dieta. Perchè io mi ci sto impegnando seriamente, e lei dice che sto diventando ossessionata e malata, ma non è vero! Solo perchè io quando inizio qualcosa ci metto impegno e lei no, non vuol dire che deve criticare me! Anche lei sarebbe "in dieta" ma non ci si mette seriamente e continua con quelle che lei chiama "piccole trasgressioni" che si, per carità sono piccole, ma continue! Io non dico che lei si deve impegnare come lo faccio io con la dieta, ma che almeno non venga a dire a me che sbaglio a ossessionarmi! In ogni caso non voglio che stia male...so che si preoccupa solo per me, ma non ne ho bisogno! So quello che faccio...so che la deludo un poì per tutto: la scuola, che non mi impegno e prendo brutti voti, in casa perchè non le do mai una mano, adesso anche con questa storia, e poi sta male quando urlo contro mio fratello, che poi lei lo difende e urlo contro di lei. Per quanto a volte non la sopporti quando urla, o critica ingiustamente so che è per il fatto che sotto sotto non ce la fa più. Devo davvero impegnarmi di più per darle una mano, magari rinuciando al tutto il tempo improduttivo che uso per stare davanti al computer...anche adesso per esempio, dovrei aver fatto il letto, eppure è lì, disfatto e so che non lo rifarò prima di andare a dormire, perchè? Perchè devo studiare scienze sociali! Se sapessi organizzarmi potrei fare tutto, invece sono solo una stupida rimandona che aspetta sempre l'ultimo minuto e facendo questo delude tutti quelli che le stanno intorno. Cattiva e pessima.
E' solo che sono stanca. Indipendentemente da quanto dormo o da quello che faccio, sono tanto stanca se dormo 12 ore e non faccio niente, che se ne dormo 6 e faccio un ora di palestra. Non è una scusa o pigrizia, è qualcosa che sto facendo esami su esami per capirla. Io non ce la faccio più a conviverci...anche adesso, sono stanca solo scrivendo con il computer...è assurdo! Non mi capita sempre o di continuo...era sparita negli ultimi giorni, ma oggi è tornata e mi sta buttando a terra...oggi che sarebbe proprio il giorno peggiore! Quella di sso è diventata cattiva. Non la capisco...in seconda e in terza era bravissima, non buona, ma brava, sapeva stimolarti e farti fare bene. Dall'anno scorso è diventata semplicemente cattiva, non so se lo fa per sadismo o cosa, ma non fa altro che essere...cattiva! Non saprei come altro descrivere il suo comportamento...e poi tutte le preferenze che fa...bleah. Infatti ora come ora nelle sue lezioni non la considero nemmeno, sto attenta e prendo appunti, ma in ogni caso le dice che :"non mi impegno perchè non partecipo in classe", Non pensa che forse è perchè sono terrorizzata da lei? Che ogni volta che alzo la mano, se mi da la parola perchè a volte mi mi ignora spudoratamente, mi guarda male e qualsiasi cosa dico è una cavolata assurda? Cioè, sto zitta che è meglio e basta! ti pare?
Boh, quella di domani, lo ha detto anche lei, sarà una carognata di verifica, e io non riesco a studiare! Io farò male la verifica, i miei rimarranno delusi e io sarò triste sia per il brutto voto sia per averli delusi!! E stasera deluderò anche mio fratello perchè gli avevo detto che avrei guardato un film con lui e invece mi tocca studiare...oggi mi faccio proprio schifo! Vorrei andare a letto e non svegliarmi per 24 ore. purtroppo ha detto che se domani non ci presentiamo farà una verifica ancora più cattiva la volta dopo che ci vede...quindi mi tocca. Per forza.
Storia so che bene o male andrà bene, perchè ho studiato ancora per giovedì, quindi basta dare una letta agli schemi...scienze sociali invece...andare a scuola domani sarà come andare al patibolo...
Adesso sono le 7, se riuscissi a mettermi di buona lena avrei 4 ore fino alle 11 per studiare, poi un'ora domani mattina fanno 5...sarebbe perfetto, SE riuscissi a studiare. Ma anche se riuscissi a studiare non sarà mai abbastanza perchè non ho studiato di volta in volta, cioè si, ma solo i concetti principali e non i dettagli! Perchè quella di domani sarà sui dettagli, sulle date, sul nome e numero delle leggi, sui dati istat, sul nome e cognome dell'autore, sui libri che ha scritto e quando, e collegare tutto ai concetti principali. Assurdo. Fino all'anno scorso amavo questa materia, la adoravo proprio, la studiavo di gusto, volevo perfino fare la psiocologa! Lei è riuscita a mandarmi in disgrazia tutto...adesso solo l'idea di aprire il libro mi fa venire l'urticaria (sempre si scriva così) e le parole mi sembrano solo parole come altre che devo imparare a memoria, solo a pensare a lei e a una verifica o interrogazione mi fa venire un nodo alla gola e venire il mal di testa. Io di solito reggo bene la pressione, con lei no però...so già che mi chiederà qualcosa che non so, qualche collegamente a cui non avevo pensato, la data che non mi ricordo...lei scoprirà il mio punto debole e lo pungerà e io mi trovo lì davanti, con tutto il mio scudo di apparente sicurezza mandato in frantumi a lasciare che lei inveisca contro di me su come non ho un buon metodo di studio, di come non mi impegno, ecc...e per quanto io finga che non mi interessi, io ci sto un sacco male. Odio le critiche, sopratutto quando penso di non meritarmele. L'ultimo brutto voto me lo meritavo, eccome, chiariamo, non dico questo, dico che potrebbe darmelo senza infierire, senza dover per forza andare avanti 10 minuti a ripetere quanto non sono capace. Stai zitta, lo so di aver sbagliato, quel 5 nero su bianco sul libretto fa già male di suo, figurati con l'allegato "predica".
Ho male alla testa...cavoli, che razza di papiro che ho scritto...come se qualcuno lo leggesse..hahaha, so che nessuno lo legge, lo scrivo per me...perchè sono perfino troppo stanca per scrivere su un diario vero con la penna, e poi questo blog è più colorato