It's my life, It's now or never, I ain't gonna live forever, I just want to live while I'm alive.

E' la mia vita ed è ora o mai più, perchè non vivrò per sempre voglio vivere finchè sono vivo. BON JOVI

venerdì 5 ottobre 2012

Riflessioni da depressione notturna

Penso che sia difficile essere felici...penso che sia maledettamente più difficile trovare un sola cosa bella che cento di tristi. E penso che per me sia ancora più difficile.
Non so il perchè, ma è da fin troppo tempo che alla fine di una giornata in testa ho solo le cose brutte che sono successe e non quelle belle. La maggior parte dei ricordi che ho sono ricordi di momenti brutti che mi perseguitano giorno e notte e mi fanno sentire una brutta persona.
Non penso di essere una brutta persona...penso che sono stata una brutta persona, penso che mi hanno fatto essere una brutta persona, ma adesso non lo sono. Non sono nemmeno una bella persona. Personalmente sono un niente ambulante...non mi decido mai a fare le cose del tutto, lascio sempre tutto a metà. Non riesco ad impegnarmi su niente, è come se già in partenza mi dicessi: tanto mollerai, lascia stare che non fa per te, non sei capace. Queste sono alcune di quelle frasi che mi ronzano spessissimo in testa.
Ho sempre paura di iniziare perchè vorrei riuscire a fare tutto perfetto e visto che so già che non riuscirò mai a fare niente di perfetto, semplicemente non mi impegno. Se so che mi sono impegnata e fallisco starò male, ma se non mi impegno e anche fallisco è perchè tanto non mi sono impegnata ed è normale. Che ragionamenti del cazzo.
So che potrei arrivare dove voglio. So bene, che non sono la brutta persona che ho creduto di essere fino a poco tempo fa, solo che sembra quasi che non riesco ad essere nient'altro. Rimando sempre: da domani mi impegnerò, promesso, sarò una brava studentessa, una brava figlia, una brava sorella...ma sta di fatto che il giorno dopo non studio, mi rifiuto di aiutare i miei e dico su a mio fratello.
Ho così tanti progetti in mente...scrivere un libro (che per altro è una bella storia), sistemare finalmente il mio armadio, decorare la mia camera, impegnarmi seriamente a scuola, aiutare più che posso mia mamma, passare un po' di tempo (senza litigare) con mio fratello....ma ogni giorno quando mi sveglio alla mattina e penso a tutte le cose meravigliose che potrei fare mi sento stanca e mi piazzo davanti al computer e alla televisione...dio, quanto tempo passo davanti a quei due schermi. Mi faccio schifo da sola, alla sola idea di quanto tempo passo a fissare uno schermo.
Ci sono giornate (alle quali se ci penso, mi viene male) in cui passo tutto il tempo davanti al computer. Anche se fuori c'è il sole, è una bella giornata, potrei andare a pattinare o semplicemente a fare una passeggiata, io sto davanti al computer. Ma come è potuto accadere?
Sono dipendete dal computer e dalla tv, ma di più dal computer...è come un'ossessione, appena torno a casa lo accendo subito. Non voglio essere così.
Progetto: massimo un'ora di computer al giorno. Ne sarò capace? Vorrei poter dire: Ma certo!
Non ho forza di volontà. Non riesco a dirmi: adesso faccio questo! Sopratutto se è qualcosa che dura nel tempo...non riesco a mettermi a dieta ad esempio e non riesco a mantenere la mia camera in ordine per più di un giorno. Ogni volta che ho un progetto in testa, metto in pratica un opera di auto-sabotaggio degno di una psicopatica.
Perchè non riesco a volermi bene? Perchè non riesco a darmi la possibilità di essere felice?
Perchè alla fine di una giornata non riesco a pensare a tutte le cose belle che ho fatto e non a tutte quelle brutte?
Progetto: scrivere ogni sera tutte le cose belle che ho fatto/sono successe. Vediamo se così riesco ad aiutarmi...
Ma anche se non ci riuscissi...perchè mi do sempre della fallita? Non si può essere perfetti, anzi proprio nulla è perfetto. NIENTE. Eppure io devo fare sempre tutto perfettamente, altrimenti sono una buona da niente. Me lo ripetono talmente tanto spesso che alla fine ho inziato a crederci anch'io...ma invece io dovrei essere la mia migliore amica. Quella che in un momento brutto mi sostiene, no mi butta ancora più giù...
Progetto: cercare di volersi almeno un po' di bene.

Nessun commento:

Posta un commento