It's my life, It's now or never, I ain't gonna live forever, I just want to live while I'm alive.

E' la mia vita ed è ora o mai più, perchè non vivrò per sempre voglio vivere finchè sono vivo. BON JOVI

martedì 20 settembre 2011

Happy Birthday to me..

Ieri ho compiuto diciotto anni. diciotto anni. diciot'anni. diciot'anni. diciotto. diciotto. 18. 18. 1 8.
CAZZO! Ho 18 anni! Sono maggiorenne! cioè, ma è chiaro? IO 18 anni! Mi sembra impossibile...mi sembra ieri che ero una bambina di 13 anni che guardava i suoi cugini diciotenni e fantasticava su quanto sarebbe stato bello essere come loro. Mi sembra ieri che avevo 16 anni e urlavo contro i miei genitori dicendo : "a 18 anni me ne vado di casa!".


Lo ammetto sono terrorizzata. Nel giro di una settimana mi si sono aperti gli occhi sul fatto che ormai sto diventando grande...ho iniziato la quinta, l'ultimo anno delle superiori. L'ultimo anno di scuola, poi sarà finita la mia adolescenza. Ho iniziato a fare la patente, e nel giro di tre/quattro mesi avrò la macchina e guiderò, niente più passaggi in macchina dai genitori. Ho diciotto anni e una miriade di nuove responsabilità sulle spalle. Ho paura, tanta paura. La consapevolezza che adesso sto crescendo e che sto lentamente avendo la dipendenza tanto agognata mi spaventa.


Fino all'altro ieri cercavo in tutti i modi di ritagliarmi piccoli spazi di indipendenza dai miei, la mia camera, chiudermi dentro, stare tanto fuori. Ora penso che non voglio separarmi da loro...non perchè abbia paura di non farcela, è sicuro al 2000 per 1000 che ce la farò, ma ho paura di perderli. Già ci passo poco tempo e ci vivo insieme, cosa succederà quando andrò a vivere da sola? Quando non servirà più che mi vengano a prendere o che mi portino da qualche parte? Quando non servirà che si presentino con me, che firmino per me? Ho paura che non avendo più bisogno di loro li perderò.


Cavolo, finalmente mi rendo conto della cosa che mi fa più paura dei 18 anni..non è votare, non è guidare, non sono gli esami, non sono le responsabilità...ho paura di perdere quel poco legame che ho con la mia famiglia. Io non sono una buona/brava figlia. Sono un disastro, sono cattiva, rispondo male, dico loro cose cattive, mi chiudo in camera mia e a volte cerco di passarci meno tempo possibile insieme. E' bruttissimo, perchè vorrei stare con loro ma ho sempre talmente paura che appena iniziamo a parlare succesa qualcosa per cui littighiamo. E ammettiamolo seriamente sono praticamente sempre io che inizio le liti perchè magari loro senza volerlo dicono cose che mi fanno arrabbiare. Ma non lo faccio neanche apposta. Non so come succede, ma mi arrabbio anche se tre secondi prima stavo bene, mi arrabbio per stupidaggini e finisce che rovino tutto. Detto questo di può ben capire quanto in bilico sia il rapporto con la mia famiglia.


Quanto vorrei che fossimo il tipo di famiglia da pubblicità delle brioches...dove tutti sono felici sempre e comunque. Il bello è che mi rendo conto che il problema principale sono io. Io e il mio carattere...subito dopo viene mio fratello che è la persona più irritante, insistente e rompiscatole della terra. E' come se non capisse...se ti dico che non mi piace quando mi si interrompe e mi si parla sopra PERCHè DEVI FARLo?? Se ti dico che mi da fastidio quando mi tocchi PERCHè DEVI FARLO?? Io gli voglio un mondo di bene, ma a volte proprio non riesco a sopportarlo, così finisco per dirgli su, i miei si arrabbiano, io mi arrabbio con loro perchè difendono lui e non me, e finisco per littigare anche con loro e a chiudermi ancora di più in me stessa.


Strano ma vero, se mio fratello fosse un po' più tranquillo la mia vita sarebbe estremamente migliore! Se lui non esagerasse ogni singola azione che fa io non mi arrabbierei ogni tre secondi, mia mamma non starebbe sempre male a vederci littigare e mio papà avrebbe un'opinione leggermente migliore di me.

Il problema è che non posso cambiare lui, e purtroppo per ora non riesco a cambiare il mio carattere, così cerco di evitarlo ed ignorarlo...ma più lo ignoro più lui esagera per ricercare le mie attenzioni, io mi arrabbio lo stesso e i miei dicono che non passo mai tempo con lui.

In ogni caso mi arrabbierò, in ogni caso sarà colpa mia, in ogni caso sarà un disastro. è un circolo vizioso che non riesco a spezzare in nessun modo e ciò rende tutto estremante frustrante.


Buon compleanno a me.

.

Nessun commento:

Posta un commento